Escort cabrio su google

Spesso le ricerche sui motori portano a trovare altro.

Si cerca un auto e invece si trova una escort che offre una prestazione.

Se e’ vero che fra le parole piu’ ricercate sui motori in questi ultimi tempi sono state quella di Nadia Toffa delle Iene causa il malore avvertito che l’ha fatta ricoverare con urgenza all’ospedale alla quale facciamo un grande in bocca la lupo per rivederla presto sugli schermi, altre invece risultano essere compromesse, equivocabili, devianti e per niente appropriate per quanto un utente voleva cercare.

Infatti se siete commercianti di auto e state cercando un macchina per un vostro cliente collezionista di vecchie Ford e mettete la parole escort e capri oppure a volte anche cabrio, nei motori spesso salta fuori di tutto anche quello che non state cercando, ovvero sia finite su siti pubblicitari di ragazze e donne che nei loro servizi praticano prestazioni orali scoperte, una frase usata oramai da anni in particolare e soprattutto nei forum quando si vuole indicare al cliente il non uso di profilattico per questa particolare situazione, chi e’ frequentatore di siti per incontri con ragazze escort e accompagnatrici lo sa benissimo, senza poi contare tutto il resto che non stiamo qui ad elencare.

Quei fenomeni che gestiscono la ricerca sui motori vedi anche Bing e Yahoo, non hanno capito che sono due cose ben diverse per due situazioni ben distinte ovviamente, in questo caso riassumono le parole in un solo algoritmo che non e’ per niente intelligente, ma non solo in questo caso perche’ vi possiamo assicurare che ce ne stanno tanti altri e visto che oramai il nuovo mondo e’ indirizzato all’uso costante dell’informatica per evitare che fake news e balle varie finiscano sui motori in particolare se si parla di politici, di personaggi importanti o del mondo dello spettacolo in generale, il tutto va’ a svantaggio di chi invece vorrebbe tanto farsi notare per quello che nella sua attivita’ vuole offrire seriamente e invece ci si ritrova con pagine di ricerca piene di situazioni che non interessano proprio per niente.

Si parla spesso di intelligenza artificiale che dovrebbe sostituire l’uomo per determinate condizioni, una parola che fa’ paura per certi aspetti all’umanita’ che ha la mente un po’ confusa per quanto viene spesso prospettato dai film in generale, dove a volte la macchina si rivolta contro l’essere umano che l’ha costruita per farne tabula rasa di tutto quanto lo circonda, ma restando nel campo delle ricerche ad oggi in certi casi siamo ben distanti dall’indirizzare l’utente per quello che desidera trovare, per cui se oggi andiamo sui motori e mettiamo la parola escort salta fuori di tutto, cose insensate, siti che non c’entrano proprio nulla, giornali e quotidiani che parlano di altro, siti stranieri che non hanno niente di scritto in Italiano che mostrano oggetti e prodotti da comperare oltre alla famigerata auto Ford Cabrio 2.0 Ghia la macchina piu’ ricercata dagli appassionati per questa categoria e a Milano guarda caso ce ne stanno un paio in pubblicita’ proprio per il valore acquisito nel tempo.

Pertanto cosa dire di questi ultimi algoritmi, un colabrodo per quanto ci riguarda, un buco nell’acqua che ha messo in risalto siti per situazioni che nulla hanno a che fare con le parole immesse dall’utente e non solo per il caso escort che abbiamo citato ma anche per tanti altri i quali si stanno chiedendo il perche’ di questa situazione deleteria sotto ogni punto di vista, tant’e’ che un commerciante di auto di Milano, per dirne una e rimanere in tema, ha dovuto litigare con la moglie perche’ nel computer di casa erano rimaste le ricerche da lui effettuate per i modelli Ford sopracitati con in aggiunta i siti di escort saltati fuori mentre stava cercando ben altro, per cui vallo spiegare ad una donna cosa stavi facendo se ad un tratto ti salta fuori una bionda o una mora con tanto di numero telefonico postato per un invito a luci rosse.

Che dire? Ma si una cosa la diciamo e a pensare male non si sbaglia mai: state pure tranquilli e’ tutto organizzato a dovere per deviare l’attenzione su fake news, cosi intanto il politico si reclamizza sia nel parlare bene che nel parlare male, giornali e tabloid che sparano di tutto e di piu’ per le campagne elettorali in atto usando la parola escort e cosi intanto il caro utente si inzuppa di altra pubblicita’ mirata su quel sito di stampa, filmatini e altre stronzatine di mezze soubrette che fanno da influencer, altro termine mirato per indirizzare la pubblicita’ vedi la fidanzata di Fedez che ha fatto migliaia di euro con i suoi spot su youtube e se vogliamo andare avanti basta aprire qualsiasi portale per ricerca non importa quale e sarete bombardati di tutte queste situazioni devianti e fuorvianti.

Quindi se sei un piccolo artigiano, commerciante o negoziante, hai una piccola attivita’ e vuoi farti notare non devi fare altro che andare sui motori e pagare per rimanere in prima pagina, allora si che ti vedono, altrimenti finisci in 20 esima pagina e nessuno avra’ modo di sapere cosa fai, ecco qui il business dei motori di ricerca, l’intelligenza artificiale che mette in risalto i colossi nascondendo per quanto possibile i piu’ piccoli, per cui alla fine ve lo ricordate cosa stavate cercando?

No Comments

Be the first to start a conversation

Leave a Reply

  • (will not be published)