Ragazzine escort

Profumano ancora di caramelle e cioccolata

Un fenomeno in crescita in tante citta’ metropolitane

Escono di casa normalmente salutando i genitori con jeans, giubbotto e zainetto, hanno gia’ un appuntamento con le loro amichette in una certa zona e appena arrivate dalla parte opposta dei loro quartieri, trovano lo spazio necessario per potersi cambiare al volo, in particolare sfruttando i bagni di locali pubblici, come bar, pub oppure camerini di negozi per trasformarsi con pesanti trucchi sul viso in lolite con tacchi a spillo, vestiti alla moda, minigonne, calze a rete o stracciate, rendendosi irriconoscibili dall’entrata e l’uscita dal locale.

Per rendere piu’ evidente la trasformazione ed alzare il numero degli anni, si mettono una sigaretta in bocca e nell’ altra una bottiglia di birra, sfidando il freddo e il dolore di scarpe alte pur di apparire diverse da quelle che invece sono nella realta’ e da li comincia la serata che solitamente risulta essere il venerdi o il sabato, con una passerella davanti a locali alla moda solitamente frequentati da uomini, ragazzi e ragazze di eta’ superiore alla loro, mischiandosi nel via vai generale per far parte di una mondanita’ a loro proibita per ovvi motivi.

I baristi come del resto alcuni gestori di locali, ne sono a conoscenza di questo fenomeno, spesso fanno finta di non vedere queste adolescenti che sembrano escort di alto bordo per come si presentano e fin tanto che queste rimangono negli spazi antistanti non possono certo intervenire, diversamente lo farebbero nel caso in cui queste ultime tentassero di entrare, ma intanto a loro va gia’ bene cosi perche’ i contatti li hanno proprio negli spazi prospicenti ai locali, qualcuno le vede, fa’ una battuta e da li una caramella tira l’altra vista la disponibilita’, poi quello che succede o che potrebbe succedere lo possiamo immaginare.

A Milano come del resto in tante grandi citta’, questo fenomeno rientra ancora in certi limiti ma esiste, talvolta i genitori ignari accompagnano la figlia a casa delle amiche ma non sanno poi dove vanno, cosa fanno e in quali condizioni si mettano, non possono minimamente pensare al fatto di trasformarsi cosi all’improvviso in modalita’ differente dalla visione di tutti i giorni ma soprattutto non penserebbero mai di vederla passeggiare in modo equivoco nei paraggi di certi ambienti perche’ lei, la piccola, ha ancora 15/16 anni, e’ brava a scuola, studia, fa’ i compiti non ha mai chiesto piu’ di tanto e da tante soddisfazioni, quindi piu’ che le sue amiche e ogni tanto la domenica pomeriggio per qualche discoteca, cosa vuoi che faccia direbbe la moglie al marito o viceversa.

Non sappiamo a quali classi sociali appartengano queste ragazzine, perche’ non ci possono essere dati a confermare queste nuove tipologie di atteggiamenti, non ci sono statistiche o qualcosa di preciso riferimento in un mondo social, i-phone e chat dove si fa presto a conoscere chiunque, basta fare click, per cui l’unica cosa che possiamo aggiungere e’ una domanda che ci siamo fatti a tal proposito: possibile che ci siano uomini o ragazzi di una certa eta’ che le frequentano e non se ne rendano conto che queste sono minorenni?

No Comments

Be the first to start a conversation

Leave a Reply

  • (will not be published)