Escort gay a Milano

In un sito di escort gay reclamizzavano annunci di minorenni

Sesso a pagamento fra ragazzini escort gay e abituali frequentatori

Nove gli arresti fra Milano e Pavia di uomini fra i 30 e 60 anni che frequentavano ragazzi escort italiani e colombiani, alcuni di questi pubblicizzati su un sito internet specifico per il settore, in una vicenda che lascia estereffati gli operatori del nucleo operativo di Polizia e non solo, alcuni di loro in una eta’ compresa fra i 12 e i 17 anni, ragazzi appartenenti a famiglie per lo piu’ disagiate.

Con poche speranze di sopravvivenza nel mondo attuale visto le loro condizioni, i quali arrivati ad un certo punto altro non potevano fare che accontentare le richieste sessuali di persone in cerca di avventure, incontri a quanto si legge sul giornale fatti anche col passaparola quindi con la consapevolezza dei frequentatori, il tutto per poter tirare avanti, comperati per l’occasione con pochi euro, qualche telefonino e regali fatti con scarpe o abbigliamento in generale.

Una storia squallida in tutti i sensi che ha inizio quando un uomo viene sorpreso in auto in un parcheggio di Lainate con un ragazzino di 12 anni e non trattandosi di un normale incontro fortuito e quindi occasionale, le indagini arrivano a scoprire una piccola rete che porta ad un sito web specifico dove appunto ci stavano altri ragazzi escort, alcuni dei quali minorenni, che interpellati sul caso si sono messi a raccontare le loro storie che come potete ben immaginare rasentano lo squallore unico.

Non si tratta di fare i moralisti quando si parla di minorenni, tanto maschi quanto femmine, perche’ tutto il resto finisce in secondo piano davanti a spettacoli del genere, se mai si tratta di parlare di un ramo di pedofilia a pagamento, a nostro parere, per casi simili a questo laddove il sottile confine fra essere omosessuali e pedofili, a volte si confonde con la realta’ delle situazioni che si vengono a creare in merito a persone che sono malate di mente, spesso insospettabili benestanti, gente che puoi incontrare e salutare la mattina per strada senza pensare ad altro di strano, alla quale viene data per certa una determinata credibilita’ per quello che svolgono nella quotidianita’ e quando questi vengono beccati per situazioni analoghe a quelle raccontata sopra, i loro nomi non vengono mai resi pubblici per paura di ritorsioni e altro ancora.

Al contrario non si tiene conto dei danni cerebrali che questi hanno creato a ragazzi minorenni, perche’ tanto questi ultimi sono i figli dei signori “nessuno” i quali appartengono a classi sociali disagiate e quindi non hanno tanta voce nei capitoli della storia di tutti i giorni, si possono comperare e mettere a tacere per sempre. Auguri!!!

No Comments

Be the first to start a conversation

Leave a Reply

  • (will not be published)