Hotel a Milano con escort

Hotel a Milano con escort

Cosa chiedono i turisti nella città degli affari

Le insospettabili e opportuniste donne milanesi.

Quando arriva un turista a Milano, straniero o italiano di altra città, la prima cosa che chiede al taxista di turno è un Hotel/Motel tranquillo, confortevole con servizi e che costi il giusto per il suo breve pernottamento.

Subito dopo il taxista, esperto della zona e di tutto ciò che si nasconde nelle pieghe della city, suggerisce al cliente un Hotel a Milano con escort, un posto dove ci sta un personaggio alla reception in grado di risolvere tanti problemi, ivi compresi la compagnia e tutto quanto ne consegue, in pratica una persona fidata che conosce bene per andare colpo sicuro a 360 gradi e avere tante indicazioni senza perdere tempo.

Arrivato a destinazione e trascorsa la giornata per i fatti suoi, alle ore 20,00 il personaggio si rivolge alla reception per la richiesta specifica e avete già capito di che si tratta, ricevendo in bella mostra una sorta di catalogo con una decina di nomi di comodo e foto stampate da siti internet che reclamizzano pubblicità per ragazze escort locali, con in alternativa la possibilità di poter incontrare insospettabili escort che rimangono fuori dal contesto illustrativo per ovvi motivi di privacy, quindi conoscenze private, che hanno un costo superiore proprio perchè sono mogli, fidanzate, ragazze che lavorano, donne accettano di fare incontri di qualità a determinate condizioni nelle ore della sera.

Di tutto questo non c’è da meravigliarsi, anche perchè non più tardi un anno fa’ fu smascherata una ragazza che lavorava per Mediaset la quale partecipò a diverse trasmissioni televisive il tutto per opera degli stessi suoi colleghi di lavoro, i quali pensando di fare uno scoop giocando in casa, forse non si aspettavano che mandando in onda questo servizio in TV, a distanza di tempo avrebbe potuto generare un incremento di insospettabili ragazze escort perchè tanto loro in televisione non ci lavorano e quindi non sussiste il rischio di venire smascherate.

In buona sostanza una bella idea quella di lasciare biglietti da visita negli alberghi nelle mani dei receptionists rispolverata nel tempo perchè tanto oramai nessuno ci pensava più di tanto a questi escamotage, grazie a questo servizio.

Per avere un quadro più generale di questa situazione, riteniamo che tutto ciò non sia diventato un modus operandis solo ed esclusivo per ragazze escort a Milano, per cui preso atto delle modalità, sicuramente altre ragazze e donne di varie città italiane hanno preso spunto per fare altrettanto, evitando così esposizioni generiche su siti internet o riviste/giornali per annunci generici e di conseguenza allacciandosi a uomini dedicati alla reception alberghiera per poter ottenere incontri privati dietro le loro segnalazione che di certo non sono gratis e quindi nella migliore delle ipotesi qualcosa da lasciare in mancia al receptionist di turno deve essere devoluta, altrimenti non se ne fa nulla e si sta fuori dalla porta.

Quindi se ci pensiamo bene un attimo, questo tipo di situazione, contatto e approccio mirato a far ottenere risultati per chi fa la escort risulta essere un bel salto indietro nel tempo, similari a quelli che si verificavano fino alla fine degli anni novanta e inizio duemila.

Se tutto questo rappresenta una innovazione, beh non c’è da stare allegri arrivati nel terzo millennio, piuttosto ci viene da dire che certe situazioni si ripetono nel tempo e a volte ritornano, per cui anche invertendo l’ordine dei fattori i risultati non cambiano proprio per niente in questo strano paese.

No Comments

Be the first to start a conversation

Leave a Reply

  • (will not be published)